Warning: Creating default object from empty value in /membri/bancaldo/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
bancaldo™ » p2p

Archivio

Archivio per la categoria ‘p2p’

uTorrent: settings

10 giugno 2009 Commenti chiusi

italian

Download the client from HERE.
Install the client.
In Speed Guide, set the correct Connection Type.
Click on Use Selected settings.

uTSpeed

When uTorrent (uT) starts go in Menu – Option – Preferences

In the Directories Tag, select the custom path for temporary and complete download.

uT_dir

In Connection tag, set the Port used for incoming connections.

uT_connection
Each port correctly configured can be used but I like 5061, or 1720, or 7070.
(If you are under a router/firewall, check the port is correctly forwarded!!!)

In Bandwidth Tag, set the Maximum upload rate to your Max Bandwidth Upload value – 10KB.

uTBand
This value is KB (KByte), not Kb (bit).
(i.e.) if your Max Bandwidth Upload value is 512Kb the value will be (512/8) – 10 =54KB
Subtract 10/15KB from upload limit is useful to browse internet while the client uT, is uploading torrents.
Set the Maximum number of connected peers per torrent to your max Bandwidth Download value / 50.
In my case 8Mb (bit) / 50 = 160
Set the Global Maximum number of connections to the previous value per 3.
In my case 160 * 3 = 480

In Bittorrent tag enable the outgoing Protocol encryption.

uT_encrypted

In Advanced Tag

uTAdv
set the netmax_halfopen value to 30
set the peer.lazy_bitfield value to True (default).

Click on Apply Button and restart utorrent to fix the changes.

Categorie:p2p Tag:

qbittorrent

14 gennaio 2009 Commenti chiusi

La settimana scorsa, ho dato una sbirciata a questo leggerissimo client p2p per linux.

Sono rimasto sorpreso dalla leggerezza e dalla comodità d’uso.

Qui abbiamo il sito di riferimento.

Farò riferimento ad Intrepid (ubuntu 8.10), essendo la mia distro attuale.

Apriamo il file source.list.
Apriamo il terminale e digitiamo

sudo gedit /etc/apt/sources.list

all’interno del file aggiungiamo le seguenti stringhe:

deb http://hydr0g3n.free.fr/ubuntu/ intrepid main
deb-src http://hydr0g3n.free.fr/ubuntu/ intrepid main

Salvare ed uscire.
ora acquisiamo la chiave pubblica per l’autentificazione, sempre da terminale:

wget http://hydr0g3n.free.fr/qbittorrent.asc -O- | sudo apt-key add - 

ora partiamo con l’installazione vera e propria:

sudo apt-get update
sudo apt-get install qbittorrent

Ora dal menu Applicazioni > Internet, lanciamo QBitTorrent.

Grossi accorgimenti non ce ne sono.
Apriamo il menù Opzioni > Preferenze:

Nel Tag Generali non ci sono grosse cose:

schermata-opzioni-qbittorrent_generali1

passiamo al tag connessione:

schermata-opzioni-qbittorrent_connessione

qui possiamo definire la porta da utilizzare ed impostare il limite di Upload e download.

Ora vediamo i valori da impostare nella sezione Bittorrent:

I miei valori sono i classici consigliati per una 4MB, per una 8MB, raddoppiare i primi 3 valori.

E’ possibile settare anche i parametri per il funzionamento sotto proxy, ma non è il mio caso.

Vediamo il Tag Varie:

schermata-opzioni-qbittorrent_varie

come si può notare, si può attivare il filtraggio IP.

Basta scaricare il classico file IPfilter.dat (o crearselo) ed indicarne il percorso.

Nel TAG Interfaccia Web, si impostano lo USER e la Password, per poter accedere all’interfaccia di QBT via internet:

schermata-opzioni-qbittorrent_intweb

I parametri più importanti li abbiamo visti.

In sostanza l’interfaccia di QBT è molto semplice:

Tag Download, Tag Upload e ricerca.

Cliccando in ricerca, si potrà cercare il torrent desiderato:

schermata-qbittorrent-v130-1_ricerca

una volta individuato il torrent, selezionarlo e cliccare su download.

Cliccando sul pulsante Motori di Ricerca, se ne potranno aggiungere altri.

Quelli di default sono più che sufficienti:

schermata-plugin-di-ricerca_motric

Dal menu Opzioni > Console

avremo una panoramica sul funzionamento e le eventuali anomalie:

schermata-console-di-qbittorrent_log

Notare come l’ultima voce ci indichi che di default, sia attiva anche la cifratura (eh-eh).

Ho deciso, senza contravvenire a nessuna regola, di scaricare Puppy Linux per testare il funzionamento di QBT e devo dire di essere soddisfatto.

schermata-qbittorrent-v130-1_dl

Nota:

L’icona circolare in basso, indica che è tutto ok.

Se il colore dovesse essere giallo o peggio rosso, controllare le varie regole (portforwarding, ecc).

Njoy

Categorie:p2p Tag:

AZUREUS: settings and IP filtering

30 aprile 2008 1 commento

ITALIAN Version

Once you’ve installed Azureus:

Go in Tools menu and choose Options

In the left column click on the various categories and modify their options as follows.

MODE

choose intermediate

CONNECTION

in Incoming TCP/UDP port listen, chose the desired port.
Attention:
as in most P2P software, the TCP/UDP port requires to be portforwarded (in case of Router, see NAT and Virtual Server settings).
Then be sure of the network card TCP/IP settings.

CONNECTION – Transport encription

ensure that the encryption protocol is enabled and allow the connection to non-encrypted peers.

TRANSFER

In upload you have to set, the Upload max value – 5÷10KB.
This is to reserve some of upload for navigating while azureus works.
i.e. for a 256Kb upload max value, you have to set an upload value of 25KB (256Kb/8 – 7KB).
i.e. for a 384Kb upload max value, you have to set an upload value of 40KB (384Kb/8 – 8KB).

If you want upload be all reserved for Azureus, leaves as the value 0KB (unlimited).

In Download, leaves the value to 0 (unlimited).

Max Connections per torrent, set the value to max downstream value / 50
i.e. for 4Mb, set the value to 80 (4000Kb/50).
Max Connections globally, multiply the max number of connection per peer, for 3
(80×3=240).

Set active, Use Lazy Bitfield, too.

In the rest of categories and options, leave the default value.

IP FILTERING.

Now we have to add a very important PLUGIN to make AZUREUS more secure.

Choose the PLUGINS menu and click on Istallation WIzard…
and choose by list of SOURCEFORGE.net.

click on “SAFEPEER” and click on NEXT, and again on Finish button.

Click on Install and when installation is finished, click on Close.
Now in PLUGIN menu, it will appear SAFEPEER.

On both pages that SAFEPEER will open, click on SAVE.
Restart AZUREUS from FILE menu.

Now, download your preferred torrent, open it in AZUREUS and be sure that the NAT signal, becomes GREEN.
If after some minutes, the NAT signal is still YELLOW or RED, check the portforwarding and network card settings.

enJoy!

bancaldo.

ITALIAN Version

Categorie:p2p Tag:

AZUREUS: settaggi di base e filtraggio IP

18 aprile 2008 Commenti chiusi

ENGLISH Version

Una volta installato Azureus:

Andare nel Menu – Strumenti – Opzioni

Nella colonna di sinistra cliccare sulle varie opzioni e modificarle come segue.

MODALITA’ INTERFACCIA

scegliere intermedio

SERVER

nelle porte TCP e UDP scegliere le porte desiderate (io ad es. ho scelto la 9000 e la 9001)
Attenzione:
per chi non ha familiarità con il P2P, è importante eseguire il portforwarding delle suddette porte.
Quindi in primis assegnare un IP STATICO alla propria scheda di rete, dopodichè
accedere al pannello di controllo del proprio router, ed in NAT-VirtualServer
sbloccare le porte desiderate.

CIFRATURA

dovrebbe già essere tutto ok, comunque assicurarsi che le
opzioni siano abilitate, e che sia permesso l’ingressi ai peer non cifrati.

TRASFERIMENTO

Di norma in upload si mette il valore del proprio Upload max, meno una decina di KB.
Questo serve solo per riservare un po’ di banda nel caso si voglia navigare mentre azureus lavora.

Nel caso di una ADSL con Upload a 256KB, risulta 256/8 – 10= 22KB (va bene cmq anche 25).
per una 384KB, mettere quindi 30-35

In Download, lasciare 0 (ILLIMITATO)
N. Massimo di connessioni per torrent, mettere il propio valore max di Downstream/50:
per una 4Mb come la mia, mettere 80 (4000/50).
N. max di connessioni globali, mettere il valore precedente x3, quindi 240.

CODE

mettere Illimitati (0), le prime due voci.

FILTRAGGIO IP.

Ora aggiungiamo un PLUGIN molto importante, per rendere AZUREUS ancora più sicuro.

menù PLUGIN – Assistente di installazione

Scegliere “Dalla Lista di Sourgeforce.net”
Cercare “SAFEPEER” e proseguire.

Andare fino infondo.

Ora nel MENU PLUGIN apparirà SAFEPEER

Su entrambe le pagine SAFEPEER e BLOCKLIST premere SALVA.

Riavviare Azureus.

enJoy!

bancaldo.

ENGLISH Version

Categorie:p2p Tag:

uTorrent: filtrare IP

8 febbraio 2008 3 commenti

Dopo aver scaricato l’ipfilter (rinominarlo in ipfilter.dat) andate su C:\Documents and Settings\Nome Utente\Dati applicazioni\uTorrent(se la cartella Dati applicazioni è nascosta, Strumenti – Opzione cartella – Visualizzazioni e mettendo la spunta su “Visualzza cartelle e file nascosti“) e copiate lì il file.

in uTorrent

Opzioni – Configurazioni – Avanzate
ipfilter deve essere in True.

ipfilter.jpg
all’avvio, nella sezione “Logger” verrà visualizzato “Filtro IP caricato
con il numero delle voci tra parentesi.

events.jpg

Categorie:p2p Tag:

uTorrent: filtrare IP

8 febbraio 2008 Commenti chiusi

Dopo aver scaricato l’ipfilter (rinominarlo in ipfilter.dat) andate su C:\Documents and Settings\Nome Utente\Dati applicazioni\uTorrent
(se la cartella Dati applicazioni è nascosta, Strumenti – Opzione cartella – Visualizzazioni e mettendo la spunta su “Visualzza cartelle e file nascosti“) e copiate lì il file.

in uTorrent

Opzioni – Configurazioni – Avanzate

ipfilter deve essere in True.

ipfilter.JPG

all’avvio, nella sezione “Logger” verrà visualizzato “Filtro IP caricato
con il numero delle voci tra parentesi.

events.JPG

Categorie:p2p Tag:

emule: aggiornare server e filtrare IP

6 dicembre 2007 Commenti chiusi

Per tenere sempre aggiornata la lista server, procedere come segue.

Avviare emule ed andare in opzioni.

emule.jpg

Scegliere Sicurezza e sulla destra, in Filtri-IP, spuntare Filtra anche i server.

emule-opz-sicurezza.jpg

Cliccare su Modifica e quando chiedere se creare o meno il file, premere Sì.

emule-modifica.jpg

Ora nel file di testo che si apre (vuoto se è la prima volta che si effettua tale operazione), incollare i file PART-1 e PART-2 che scaricheremo dal sito www.emule-security.net.
Possiamo selezionare il contenuto dei file a fare un semplice copia e incolla.

Le due parti, vanno semplicemente incollate una dopo l’altra.
Salvare il file di testo ipfilter.dat e cliccare su Aggiorna.

Premere su Applica e su OK.

Nella schermata con presenti tutti i server, posizionarsi su un server qualunque e

emule-server.jpg

premere il destro del mouse scegliendo elimina tutti i server.

Ora collegarsi al sito http://ed2k.2x4u.de/index.html, scegliere la lista server che più ci piace cliccare su ADD to EMULE.

Automaticamente, con emule aperto, la lista server si aggiornarà, filtrata dall’IPFILTER.DAT, precedentemente preparato.

Altro sito per la modifica automatica, è www.emule.it.

E’ possibile anche aggiornare la lista server inserendo un’URL valida.

Aggiornare IPfilter.dat da URL

Andare in Opzioni-Sicurezza ed inserire questo indirizzo:

http://upd.emule-security.net/ipfilter.zip

nella casella Update from URL

ipfilter.png

e cliccare su Load (o Carica).

Oppure una volta scaricato il file IPFilter.zip, estrarre il file Guarding.p2p

rinominarlo in ipfilter.dat e metterlo nella cartella /config di Emule.

Uscire e ricaricare Emule.

Categorie:p2p Tag:

emule: server.met

6 dicembre 2007 Commenti chiusi

copiare uno dei seguenti link nella casella server e premere aggiorna:

http://www.gruk.org/list.php http://www.server-met.de/

Categorie:p2p Tag:

uTorrent: settaggi

13 novembre 2007 Commenti chiusi

English

1 -Scaricare l’ultimo aggiornamento disponibile di utorrent.

2 – Recarsi nella sezione opzioni/configurazione, cliccare su connessione e impostare la porta di ascolto su 5061 o 1720 o 7070.
(ovviamente, se dotati di router, fare attenzione ad effettuare il port-forwarding della porta scelta e sbloccarla in tutti i firewall attivi) ed impostare il valore di upload al valore massimo della portante/10 (nel caso di 256Kb, mettiamo 25K, nel caso di 384, mettiamo 38 e così via…)

3 – Andare nella sezione Bittorrent e impostare Numero massimo di peers connessi a 80 se si ha una connessione a 4mega come la mia (4M / 50=80: per una 8M mettere 160 e così via).

4 – Impostare la voce numero massimo di connessioni a 240 (valore precedente x3).

5– Dal menu cliccare su Coda e impostare il numero massimo di torrents attivi su 4 mentre il numero massimo di valori attivi su 3.

6 – Nella sezione avanzate cliccare su netmax_halfopen e impostare 30 come valore (scaricare la patch EvlD422Patch , se questa impostazione non si modifica).

7 – In menu opzioni/configurazione nella sezione bittorrent abilitare cittografa protocollo e mettere la spunta su permetti connessioni in ingresso non crittografate.

8 – In opzioni/configurazione su avanzate, cliccare su peer.lazy_bitfield e impostare su vero.

Applicare modifiche e riavviare UTORRENT.

Categorie:p2p Tag: